Il cocker Yogi cade dalla scogliera: salvato!

Alessio Pagani | lunedì 5 settembre, 2022

Il piccolo cane è precipitato nel vuoto nei pressi della baia di St. Mary, nella regione inglese del Devon, ed è stato soccorso dai volontari della Royal National Lifeboat Institution.

Yogi è vivo. Ferito gravemente, ma si riprenderà. Ha diversi tagli alle zampe, anche gli occhi sono stati compromessi e la spina dorsale leggermente fratturata. Eppure i veterinari sono quasi sicuri che saprà riprendersi, probabilmente al 100%. Tornerà a camminare, forse anche a correre. Non male per un cane volato giù da un dirupo affacciato sul mare e finito sugli scogli dopo un volo di più di 30 metri. Eppure questo cocker spaniel ce l’ha fatta. Grazie alla bravura dei soccorritori della RNLI, la Royal National Lifeboat Institution, persone altamente specializzate nel soccorso in acqua e negli scenari più impervi. Sono stati loro a raccogliere l’allarme della proprietaria del quattro zampe Emily Linehan. Al telefono la donna ha spiegato che il suo cane era precipitato dalla scogliera della St. Mary’s Bay, a Torbay, nella regione inglese del Devon, ed era finito 30 metri più sotto. Così, nel giro di pochissimo tempo, è intervenuta un’imbarcazione da soccorso che, sporgendosi proprio a pochi metri dagli scogli, nonostante il mare grosso, è riuscita ad avvistare il cocker.

Era bagnato, infreddolito e visibilmente ferito. È toccato a un membro del team di recupero, Jack Hawkett, tentare lo sbarco. Poi, una volta sugli scogli, ha convinto il cane a lasciarsi prendere in braccio e a farsi portare a bordo della motovedetta. Trasportato d’urgenza da un veterinario, l’animale è stato ricoverato per diversi giorni prima delle dimissioni. È ancora in convalescenza, ma migliora rapidamente e gli specialisti che lo hanno in cura sono fiduciosi. «Potrebbe tornare a correre come prima», ha confermato la padrona, «e se questo avverrà sarà grazie ai veterinari e al personale della Royal National Lifeboat Institution. Sono stati davvero fantastici».

La storia, però, è stata anche l’occasione offerta a questi volontari per lanciare un appello. «Ogni volta che vi trovate vicino agli scogli con il vostro cane», hanno spiegato, «in qualsiasi parte del mondo siate, tenetelo al guinzaglio. È per il suo bene».

(Foto: RNLI)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche