I rinoceronti tornano in Mozambico

Alessio Pagani | venerdì 8 luglio, 2022

Dopo quattro decenni dalla loro scomparsa a livello locale questi grossi erbivori ripopolano il Parco Nazionale Zinave, grazie a un programma di trasferimento dal Sudafrica.

Dopo oltre quarant’anni i rinoceronti stanno tornando a popolare le terre selvagge del Mozambico. Ha preso il via, infatti, l’ambizioso programma di trasferimento di questi enormi erbivori. Un gruppo di ranger ha catturato, sedato e trasferito per oltre 1.600 km dei rinoceronti bianchi e neri dal Sud Africa sino al Parco Nazionale Zinave, che conta oltre 400.000 ettari e più di 2.300 altri animali reintrodotti. Il gruppo di conservazione Peace Parks Foundation (PPF), che sta conducendo l’operazione, punta così a “traslocare” oltre 40 rinoceronti in Mozambico nel corso dei prossimi due anni. I primi 19 rinoceronti bianchi sono già stati sistemati nella nuova zona con successo, dando il via a questo pionieristico tentativo di ripopolamento che dovrebbe trasformare l’area di Zinave nell’unica zona protetta del Mozambico a ospitare i cosiddetti “big five”, ovvero i cinque grandi animali della savana africana: leone, leopardo, rinoceronte, elefante africano, bufalo africano.

Si creerà così un ecosistema sano introducendo popolazioni vitali di fauna selvatica, anche per attirare i turisti nel parco e sostenere i mezzi di sussistenza delle popolazioni locali. Ad oggi, sono stati introdotti a Zinave 2.400 esemplari che rappresentano 14 specie diverse tra cui elefanti, zibellini, giraffe, bufali, zebre, gnu, leopardi e iene. «I rinoceronti sono importanti per l’ecosistema, motivo per cui li stiamo spostando così lontano e facendo tutto questo sforzo per portarli lì», ha detto a Reuters Kester Vickery, esperto di conservazionismo che sta supervisionando il trasferimento dei rinoceronti. Sperando che si trovino a proprio agio nella loro nuova casa.

(Foto: https://www.peaceparks.org)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: