I Pesci zebra sanno contare. E lo fanno per riconoscersi 

Redazione | martedì 19 aprile, 2022

Sono in grado di sottrarre e aggiungere il valore “uno” a una certa quantità di figure che vengono loro mostrate. L’esperimento è stato condotto all’Università di Bonn.

C’è un pesce speciale che vive nei nostri acquari. È il Pesce zebra, (Pseudotropheus zebra), appartenente alla famiglia dei Ciclidi, proveniente dal Lago Malawi e caratterizzato da una serie di bande trasversali blu scuro sul corpo e sul capo, da cui deriva il suo soprannome. Oltre ad essere piuttosto territoriale, infatti, questo specie ha una particolarità appena scoperta dall’Università di Bonn: è in grado di contare. I ricercatori tedeschi, infatti, li hanno addestrati a usare i colori blu e giallo come codici per i comandi rispettivamente “aggiungi uno” e “sottrai uno”. E si sono resi conto che ha funzionato. Nella fase di addestramento, gli scienziati hanno mostrato a un pesce in una vasca un’immagine in cui c’erano fino a cinque quadrati, cerchi e triangoli che erano tutti blu o gialli. Gli animali hanno avuto 5 secondi per memorizzare il numero e il colore delle forme. Poi si sono aperte due porte, tra cui il pesce doveva scegliere: una con una forma in più e l’altra con una forma in meno. Le regole erano semplici: se le forme nell’immagine originale erano blu, dirigersi verso la porta con una forma in più. Se erano gialle, andare verso la porta con una in meno. Scegliendo la porta corretta, il pesce guadagnava una ricompensa in cibo. Durante le attività di addizione, i pesci hanno selezionato la risposta corretta 296 volte su 381 (il 78%) convincendo gli studiosi delle loro abilità. E sebbene gli autori ipotizzino che le capacità numeriche potrebbero non essere molto importanti nelle loro vite, suggeriscono che queste competenze potrebbero aiutarli a riconoscere i singoli pesci dal loro aspetto, per esempio contando strisce o macchie sui corpi degli altri Pesci zebra.   

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: