I gatti all’aperto scelgono i dintorni di casa

Alessio Pagani | martedì 10 maggio, 2022

Una ricerca norvegese mappa con il Gps i movimenti di 100 felini domestici. E quasi tutti, pur essendo liberi di muoversi, non si sono allontanati dalla propria abitazione.

Cosa succede ai gatti domestici che hanno la possibilità di uscire di casa? Se lo sono chiesto i ricercatori della Norwegian University of Life Sciences, polo scientifico di As, in Norvegia. L’ateneo, infatti, è stato protagonista di una ricerca, pensata proprio per scoprire le abitudini dei mici domestici fuori dalla propria abitazione. Per farlo i ricercatori hanno usato piccoli sensori Gps, agganciati al collare di circa 100 gatti, ai quali i proprietari avevano dato la possibilità di muoversi all’esterno della casa. Monitorando tutte le loro azioni. Il quadro emerso ha così mostrato come i felini trascorressero in media il 79% del loro tempo all’aperto, ma nel raggio di appena 49 metri dalla loro dimora. Situazione di prossimità evidenziata anche dalla media delle distanze massime percorse: appena 351 metri. «Alcuni mici si sono spostati relativamente lontano, a volte diversi chilometri, ma erano eccezioni», ha detto l’autore dello studio Richard Bischof, docente dell’Università norvegese. «Per quanto ne sappiamo, nessuno ha mai rintracciato così tanti gatti in una piccola area. Questo ci ha permesso di mostrare come appare una popolazione di felini domestici nel tempo e nello spazio», ha aggiunto Bischof. E da quanto si è evinto «a loro piace trascorre molto tempo all’esterno, ma riposando vicino casa», ha spiegato l’autore dello studio Bjarne Braastad, docente di etologia. «È interessante notare, inoltre, che quasi tutti i gatti fossero sterilizzati», ha concluso, «e, forse anche per questo, hanno avuto meno necessità di girovagare».

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche