I cani più intelligenti? Sono anche i più giocosi 

Alessio Pagani | giovedì 8 settembre, 2022

Le ultime ricerche concentrate su un gruppo di border collie capaci di ricordarsi i nomi dei loro giocattoli hanno identificato un tratto comune tra questi “geni”: la propensione al gioco.

Cos’hanno in comune i cani più intelligenti? La propensione al gioco. La risposta arriva dai ricercatori del dipartimento di etologia della Eötvös Loránd University di Budapest: è il secondo tassello di un lungo studio finalizzato a comprendere le capacità cognitive dei nostri amici a quattro zampe. Il primo passaggio, infatti, è stato selezionare i cosiddetti “gifted world-learner”, in pratica quei cani che, nel gruppo preso in esame, si distinguevano dagli altri per la «capacità di ricordare i nomi dei loro giocattoli anche quando sono più di uno, e riescono a mantenere questa conoscenza per due mesi». Erano una ristretta cerchia di quadrupedi, quasi tutti appartenenti alla razza border collie, su cui poi si è basato il nuovo studio. Il team di esperti che studia gli aspetti comportamentali e cognitivi nella relazione essere umano – cane, così, ha concentrato le proprie attenzioni su di loro. Confermando che la personalità di questa particolare razza è contraddistinta da un tratto comune, che facilita proprio l’apprendimento: la giocosità.

Lo studio pubblicato sulla rivista Animal Cognition ha preso in esame 21 esemplari e i loro padroni, che sono stati interrogati con un questionario sulle abitudini di vita. Il risultato è stato chiaro: tutti i proprietari avevano menzionato tra le risposte una elevata giocosità del proprio animale. Questi risultati sono stati poi comparati con quelli di altri questionari compilati da 43 proprietari di cani diversi, la cui propensione al gioco risultava inferiore. Da qui la chiusura del cerchio: i cani da pastore come i border, proprio per la loro propensione all’attività e al gioco, mostrano maggiori abilità cognitive, distinguendosi nell’imparare le cosiddette etichette verbali o nomi degli oggetti. «Un livello elevato di giocosità», concludono i ricercatori, «è chiaramente associato al talento cognitivo dei cani».  

(Foto: IPA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche