Ginette, la gatta più bella del mondo vive a Bergamo

Daniela Bilanzuoli | venerdì 4 novembre, 2022

Manto corto grigio, occhioni verdi, corpo affusolato: la Blu di Russia Ginette Kamari ha vinto l’Esposizione Internazionale Felina di Verona.

È un esemplare di Blu di Russia, ha quattro anni e si chiama Ginette Kamari. A conferirle il premio di “Gatto più bello del mondo” è stata la giuria dell’Esposizione Internazionale Felina di Verona che, il 30 ottobre, è rimasta ammaliata dall’aspetto e dal portamento dell’esemplare. Hanno sfilato in passerella tantissimi gatti di svariate razze: Sphynx, Maine Coon, Norvegesi, Bengal, Siamesi Orientali e molte altre, provenienti da ogni parte del mondo. Fra tutti gli esemplari presenti, i giudici internazionali della “World Cats Federation” hanno premiato, con una medaglia d’oro, la Blu di Russia. 

Ginette è nata in Polonia, ma si è subito trasferita a Bergamo a casa della sua proprietaria Luigina Bertaglia. 

«Ho iniziato a seguire un allevamento polacco di Blu di Russia circa sei anni fa, tramite Facebook», racconta a Zoon Magazine Luigina Bertaglia, allevatrice di esemplari Blu di Russia a Bergamo. «Ho chiesto all’allevatrice se volesse darmi una gattina, perché una delle mie era morta da poco. All’inizio non voleva perché vendeva solo a privati, ma poi mi ha detto di sì e Ginette è entrata nella mia vita.

«La mia prima gatta Blu di Russia l’ho presa nel 2008, si chiamava Lucy: quando ha compiuto un anno di età le ho fatto fare una cucciolata, abbiamo partecipato alle prime mostre e così sono diventata un’allevatrice amatoriale», spiega la signora Bertaglia. «Mi sono subito innamorata di questa razza, oltre ad essere un lavoro questa è prima di tutto la mia passione».

La vincitrice della medaglia d’oro Ginette Kamari è arrivata a Bergamo a casa di Luigina nel 2018, dove vive tutt’ora. «Ginny, come la chiamiamo noi, ha quattro anni, è già mamma e nonna. Ha un carattere bellissimo: dolce, discreta, direi bravissima. Ha persino aiutato sua figlia a far mangiare i suoi mici quando sono nati», spiega l’allevatrice.

Gli esemplari di Blu di Russia sono, solitamente, molto presenti in famiglia: amano il contatto con gli esseri umani, adorano farsi coccolare, ma sono anche molto attivi. Sono gatti equilibrati, non troppo invadenti e sanno come farsi amare.

«Ginette è abbastanza avanti nel campionato, questa non era la sua prima mostra, ha già ottenuto diversi titoli. Questa vittoria un po’ ce l’aspettavamo, perché era stata già premiata nella prima giornata dell’Esposizione, il sabato. Avendo poi vinto anche domenica, è stata eletta la gatta più bella del mondo. Adesso le mancano solo sei titoli per diventare premier supremo!», conclude, orgogliosa, Luigina Bertaglia.

(Foto d’apertura: @luiginabertaglia)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: