Da trovatello ad agente. Ecco Oliveira, la star della polizia di Rio

Alessio Pagani | mercoledì 26 ottobre, 2022

Trovato ferito e affamato tre anni fa vicino a un commissariato, è stato adottato e ora è l’immagine social del 17° battaglione

Il suo nome, ore, è caporale Oliveira. Ma non è sempre stato questo. Prima di essere adottato dalla polizia militare di Rio de Janeiro, infatti, la sua vita scorreva in strada. Fino a quando qualcuno lo ha abbandonato, nel 2019, ferito e affamato vicino a un commissariato. Una vera e propria svolta per la sua vita. Perché lì ha trovato l’affetto che meritava e soprattutto una famiglia che lo ha saputo apprezzare.

Così, tre anni dopo, quello stesso cane è diventato la mascotte del 17° battaglione della polizia militare ed è una star sui social, con un profilo su Instagram che vanta più di 122 mila follower. Per tutti è diventato il caporale Oliveira, in onore di Cristiano Oliveira, l’agente che l’ha soccorso. Ecco il suo racconto: «È cominciato tutto così: gli ho messo addosso una coperta e, per scherzare, l’uniforme della polizia. Poi gli ho scattato una foto e l’ho mandata agli altri agenti del commissariato. Quella foto è diventata virale: del resto lui è irresistibile».

Non solo. L’ex cane randagio è diventato a tutti gli effetti un agente, protagonista delle attività della polizia militare di Rio: vestito di tutto punto con il cappottino ufficiale del 17° battaglione, gli occhiali da sole e una pistola giocattolo, pattuglia le strade in macchina con gli agenti e insegue le motociclette sospette.

E tutti chiedono di lui. «Se per caso ci dimentichiamo di postare una sua foto», conclude Oliveira, «la gente inizia chiederci dove sia finito». Quando si dice il fascino della divisa.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche