Covid, primo caso di trasmissione da gatto a uomo

Daniela Bilanzuoli | sabato 9 luglio, 2022

Un felino, in Thailandia, ha trasmesso il covid alla sua veterinaria mentre gli stava facendo un tampone nasale. È il primo caso di contagio da animale ad essere umano, un evento molto raro.

Anche i gatti possono trasmettere il covid. È raro, molto raro, ma può succedere. La conferma arriva da Songkhla, nel sud della Thailandia. Lì un gatto ha starnutito di fronte alla veterinaria durante un tampone nasale (risultato positivo al covid) e le ha trasmesso il virus. La donna, dopo tre giorni dalla visita, ha iniziato a manifestare sintomi influenzali, tosse e febbre; insospettita, si è sottoposta ad un test molecolare e ha scoperto di essere affetta dal coronavirus. Nessuno dei suoi contatti stretti, però, era malato e l’unico a poterla aver contagiata era il gatto risultato positivo. A confermare l’ipotesi sono state le sequenze genomiche del virus che aveva infettato il felino, che combaciavano con quelle della veterinaria. Secondo i ricercatori si tratterebbe, comunque, di casi molto rari. La virologa Ilaria Capua ha dichiarato al “Corriere della Sera”: «Non vi preoccupate: è altamente improbabile che prendiate il covid dal gatto di casa. Non solo perché è un’evenienza molto insolita, ma perché è stato un caso di reverse spillover: il gatto ha preso il virus dall’homo sapiens e lo ha ritrasmesso con uno starnuto». Erano stati infatti i proprietari del gatto, risultati anch’essi positivi, a contagiarlo. «Che i gatti potessero infettarsi lo sapevamo perché anche i grossi felini, sia tigri che leoni, hanno preso il virus. Chiaro che se un felino si infetta e vi è intensa replicazione virale in corso puoi prendere l’infezione, soprattutto se dorme sul tuo cuscino», ha poi concluso Ilaria Capua. 

Anche il professor Massimo Galli ha espresso il suo parere al riguardo: «Attenzione, fa notizia perché è come dire l’uomo che morde il cane. Ma mentre è molto provato che gli uomini infettano i gatti e anche i cani, che succeda viceversa è da considerarsi un evento sostanzialmente raro». Sin dall’inizio della pandemia era noto che i gatti potessero essere contagiati dagli umani, senza sviluppare gravi sintomi. Non era, però, ancora stato dimostrato che il contagio potesse avvenire anche nel senso opposto, ovvero da gatto a uomo. La trasmissione del covid da animali ad esseri umani resta un evento molto raro ed è bene non creare allarmismo. È giusto fare attenzione e prendere precauzioni, in caso si sospetti l’infezione, ma è anche fondamentale continuare a prendersi cura del proprio animale domestico.

(Foto: IPA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: