Boom di baby cicogne in Calabria 

Alessio Pagani | giovedì 8 settembre, 2022

Sono oltre un centinaio i piccoli nati quest’anno. Un trend positivo in costante aumento: solo 10 anni fa le coppie riprodotte in Calabria erano appena 11 e con 34 i piccoli nati.

Autentico baby boom di cicogne bianche in Calabria. Sono, infatti, 111 i piccoli nati quest’anno da 34 coppie, ben 15 in più rispetto al 2021. Anche il numero degli adulti che hanno scelto di nidificare nella regione è aumentato, passando dalle 31 coppie del 2021 alle attuali 34. Tutte distribuite in provincia di Cosenza: 22 nella Piana di Sibari (73 le nascite), 11 nella valle del Crati (con 34 nuovi arrivi), e 1 nella valle dell’Esaro con 4 lieti eventi. Un trend positivo che aumenta di anno in anno: solo 10 anni fa le coppie che si erano riprodotte qui erano appena 11, con 34 pulcini.

Tutto merito del progetto “Cicogna bianca Calabria”, lanciato 20 anni fa dalla sezione Lipu di Rende in collaborazione con e-distribuzione. L’obiettivo era e rimane quello di favorire il ritorno e la nidificazione di questa specie attraverso l’utilizzo di nidi artificiali, ovvero grandi piattaforme circolari in legno posizionate su pali e tralicci elettrici. Ad oggi su 34 coppie presenti in regione, 31 si sono riprodotte proprio in queste “soluzioni abitative” su misura per questi grandi volatili: una chiara conferma della bontà del progetto.

«Una svolta per il ritorno della cicogna bianca», chiarisce Roberto Santopaolo, il responsabile Lipu del progetto, «visto che prima dell’avvio di questa iniziativa era quasi scomparsa». Non tutti i pulcini, però, sono sopravvissuti: 11 di loro purtroppo non ce l’hanno fatta per vari motivi, dalla predazione naturale, al caldo torrido di quest’anno, fino al disturbo dell’uomo. «L’uso improprio di droni in prossimità dei siti di nidificazione mette in allarme le cicogne adulte e anche i piccoli, che spaventati si buttano giù dai nidi quando ancora non sono in grado di volare», sottolineano dalla Lipu. «E’ una pratica che deve essere vietata e fortemente sanzionata». I sopravvissuti, adulti e pulcini ormai prossimi alla maturità, invece, si godono questi ultimi giorni di riposo prima del lungo viaggio migratorio che li porterà nel continente africano.  

(Foto: @kryslawek)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche