«Basta sperimentazioni dei cosmetici sugli animali». Parola di Tullio Solenghi

Alessio Pagani | venerdì 26 agosto, 2022

L’attore sostiene la campagna “Save cruelty free cosmetics”: «Sono con il mio amico Freddy, voglio chiedervi una cosa che lo riguarda».

Proteggere gli animali dai test sui cosmetici. È quanto chiede la campagna “Save cruelty free cosmetics”, lanciata a livello europeo da diverse associazioni animaliste. A sostenerla, in prima persona, anche diversi rappresentanti dello spettacolo. Come Tullio Solenghi, attore, comico e regista. Il suo video-appello, in compagnia dell’amico a quattro zampe Freddy, punta dritto contro la sperimentazione dei cosmetici sugli animali. «Nonostante il divieto, l’autorità dell’Ue continua a chiedere che si sperimenti sugli animali, che si spingano i veleni nelle loro gole», sottolinea. «Dobbiamo agire ora per rafforzare i divieti e impedire che i nostri animali soffrano e muoiano. Io ho già firmato e dovete farlo anche voi». L’attore sostiene, infatti, le richieste della mobilitazione europea che punta a bandire, per gradi, la sperimentazione sugli animali. Tra i punti prioritari: «proteggere e rafforzare il divieto di testare sugli animali per i prodotti cosmetici e modificare la legislazione per tutelare i consumatori, i lavoratori e l’ambiente affinché in nessun caso e per nessun motivo gli ingredienti cosmetici siano sperimentati su animali». Gli esperimenti sugli animali per i prodotti cosmetici e i loro ingredienti sono stati vietati in Europa nel 2009 e dal 2013 è in vigore un divieto sulla vendita di cosmetici testati sugli animali. Milioni di animali, però, sono ancora utilizzati nella scienza ogni anno, in test che spesso infliggono sofferenza ma raramente mantengono la loro promessa principale, che è una migliore salute per gli esseri umani. Includono topi, pesci, ratti, porcellini d’India, conigli, gatti, cani e scimmie. «Tre quarti (74%) degli adulti negli Stati membri dell’UE concordano sul fatto che la sperimentazione animale per i prodotti cosmetici e i loro ingredienti è inaccettabile in tutte le circostanze» concludono le associazioni che promuovono la campagna. «E quasi tre quarti (72%) degli adulti negli Stati membri dell’Unione Europea concordano sul fatto andrebbero fissati obiettivi e scadenze vincolanti per eliminare gradualmente i test sugli animali».

(Foto d’apertura: @tulliosolenghiofficial)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche