Anche i cani piangono di felicità  

Alessio Pagani | martedì 30 agosto, 2022

Quando i quattro zampe si riuniscono al padrone, i loro occhi possono riempirsi di lacrime di gioia. Lo sostiene uno studio giapponese.

Le lacrime di felicità non sono una prerogativa dei soli esseri umani. Un team di ricercatori della Azabu University, in Giappone, approfondisce l’argomento in un recente studio pubblicato sulla rivista “Current Biology”. E la conclusione è sorprendente: anche i cani piangono di gioia. Analizzando un campione di 18 cani e misurandone la lacrimazione ottenuta apponendo sui loro occhi un foglio di carta assorbente, infatti, gli esperti, quando gli animali si riuniscono con i padroni, hanno riscontrato un aumento del 10% del volume delle lacrime rispetto alla normale umidità degli occhi. E, stando alla ricerca, proprio queste lacrime potrebbero aiutare a cementare il legame tra l’uomo e il cane, una relazione che risale a decine di migliaia di anni fa. Come gli esseri umani, infatti, i cani hanno dotti lacrimali che si riempiono per mantenere gli occhi puliti e sani. Ma prima di questo studio le lacrime dei cani che tendono a non cadere – come invece accade a quelle di noi umani – non erano mai state collegate alle emozioni. «Abbiamo scoperto invece che i cani piangono e le lacrime sono associate alle emozioni positive», afferma Takefumi Kikusui dell’Università di Azabu, «e siamo arrivati a comprendere come l’ossitocina sia il possibile meccanismo che sta alla base del fenomeno».  Appurato dunque il fenomeno del pianto di felicità, gli scienziati non hanno ancora testato se i cani producono lacrime anche in risposta alle emozioni negative.  

(Foto: IPA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: