Addio Piero Angela, ci ha aiutato a capire e conoscere gli animali

Alessio Pagani | sabato 13 agosto, 2022

Il conduttore e divulgatore scientifico si è spento nella notte tra il 12 e il 13 agosto, all'età di 93 anni. A dare l’annuncio il figlio Alberto.

Ci ha aiutato a conoscere gli animali. Svelandoci i loro segreti, quelli dell’ambiente in cui vivono. Li ha raccontati, emozionandoci, e facendoci riflettere sull’importanza di preservare gli ecosistemi. Entrando nelle nostre case con il suo grande bagaglio di esperienza e rendendo la scienza comprensibile a tutti. Piero Angela, conduttore e straordinario divulgatore dall’ineguagliabile carriera, si è spento nella notte tra il 12 e il 13 agosto, all’età di 93 anni. Nato a Torino il 22 dicembre 1928, aveva da poco celebrato i suoi 70 anni in Rai. A confermare la morte del giornalista è stato il figlio Alberto con un post su Instagram, tre sole parole: «Buon viaggio papà». Il suo primo lavoro nell’ambito giornalistico è con il Giornale Radio, poi nel 1954 con l’avvento della televisione, passò al telegiornale e da lì iniziò il suo sodalizio con la Rai prima come corrispondente da Parigi e poi come conduttore, nel 1968, della prima edizione del Telegiornale Nazionale delle 13.30. Negli Anni ’70 prende, invece, il via la sua carriera come divulgatore scientifico prima con “Destinazione Uomo” e poi nel 1980 con Quark, diventato poi SuperQuark. La sua storia professionale, caretterizzata dalla capacità di rendere accessibili al grande pubblico anche i temi sceintifici più complessi, è costellata di grandi successi: “Il pianeta dei dinosauri”, “Viaggio nel cosmo” e “Ulisse – Il piacere della scoperta”. Senza dimenticare la convinzione con cui è stato capace di portare in prima serata la natura e il mondo degli animali. Sempre raccontati con delicatezza e profondità.

E con delicatezza il giornalista ha voluto congedarsi personalmente dal suo pubblico. Lasciando un messaggio postumo di saluto sulla pagina Facebook di SuperQuark.

Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese

Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana.
Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano.
Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia.
È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati.
A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato.
Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese.
Un grande abbraccio
Piero Angela

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: