Mela, anguria e fragole. La frutta migliore per i nostri cani

Redazione | lunedì 11 aprile, 2022

Ottima per un fresco spuntino estivo ha diverse proprietà benefiche per i quattro zampe ma va somministrata seguendo alcune precauzioni. Mai dargli uva e frutta secca.

Benché siano animali carnivori, i cani possono mangiare la frutta, ma non tutti i tipi, e in porzioni che non superino il 15% della dieta giornaliera. In generale prima di somministrare qualunque tipo di frutta sono necessari alcuni accorgimenti: la frutta va sempre lavata, va tolta in genere la buccia così come vanno eliminati noccioli e semi (che contengono sostanze tossiche per i cani) e le parti dure difficilmente digeribili.  La prima volta che si somministra frutta è sempre consigliabile iniziare con una piccola quantità per verificare che il cane non sia intollerante e non abbia problemi ad assumerla. Se il cane soffre di diabete, occorre valutare bene la quantità e la qualità della frutta che gli proponiamo, facendo molta attenzione all’apporto di zuccheri. La frutta è comunque un alimento valido come integrazione alla dieta dei cani poiché contiene vitamine, minerali e fibre che possono rendere la loro alimentazione più equilibrata. Le fibre inoltre favoriscono le funzioni dell’apparato digerente e hanno quindi ottime proprietà digestive. 

Uno spuntino gustoso e salutare

La frutta è un ottimo alimento da somministrare come snack naturale e in genere i cani ne vanno ghiotti. Se fresca è utile per la pulizia dei denti: le fibre e l’acqua contenute al suo interno alzano il pH della bocca riducendo l’acidità che promuove l’accumulo di tartaro. In estate si può proporre per esempio uno snack a base di fettine di mela fresca, oppure un pezzo di anguria, composta per il 92% da acqua, facendo attenzione a togliere i semi: questo spuntino aiuterà a tenere il cane idratato nelle calde giornate estive. Tra gli altri frutti che i nostri amici a quattro zampe possono mangiare ci sono pere, albicocche e pesche noci (attenzione al nocciolo), banane, melone (meglio il cantalupo). Si possono dare con moderazione anche i frutti rossi (ad esempio le fragole) che contengono antiossidanti perchè aiutano a prevenire l’invecchiamento cellulare. Da evitare invece l’uva che potrebbe causare insufficienza renale, gli agrumi che potrebbero provocare acidità e problemi gastrointestinali e la frutta secca, in particolare le noci di macadamia che per i cani sono tossici.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: