L’alimentazione del cane in gravidanza

Sara Bovio | venerdì 27 maggio, 2022

L’alimentazione del cane in gravidanza deve prevedere cibo di ottima qualità e una dieta equilibrata. Dalla quinta settimana le sue necessità energetiche aumentano progressivamente ma il suo peso va tenuto sotto stretto controllo.

L’alimentazione del cane in gravidanza

La gestazione è uno dei periodi più delicati nella vita di una cagna durante il quale sopraggiungono molti cambiamenti che riguardano anche le sue esigenze nutrizionali, per questo motivo l’alimentazione del cane in gravidanza è un tema molto importante.

Cosa deve mangiare un cane in gravidanza?

L’alimentazione della cagna incinta dovrà essere ben equilibrata poiché oltre a mantenere se stessa, dovrà trasmettere il nutrimento necessario allo sviluppo e alla crescita prima degli embrioni, e poi dei feti. Una dieta sbilanciata potrebbe portare a conseguenze sulla salute della gestante e dei cuccioli e complicazioni come per esempio un parto difficile, neonati sottopeso e un alto tasso di mortalità neonatale, fino a compromettere un’eventuale seconda gravidanza. 

In realtà fino alla quinta settimana di gestazione, i bisogni alimentari della cagna non cambiano. In questo periodo i feti acquistano solo il 20% del loro peso alla nascita, mentre nelle successive quattro settimane prendono il rimanente 80%. Ecco perché gli apporti energetici devono aumentare progressivamente del 10% dalla quinta settimana in poi. Quest’aumento sarà proporzionato al numero di cuccioli e alle variazioni di peso della cagna incinta

I cibi perfetti per un cane in gravidanza 

Il cibo somministrato a un cane in gravidanza deve ovviamente essere di ottima qualità. A inizio gestazione conviene utilizzare cibi di “mantenimento”, mentre dalla quinta settimana in poi meglio preferire alimenti destinati ai cuccioli, ad alta densità energetica (con un maggior numero di calorie ogni 100 g) e ricchi di proteine. Le razioni casalinghe di cibo per cani (misto di carne, verdure e riso) devono essere prescritte dal veterinario e contenere un supplemento di olio (acidi grassi), con integratori di vitamine e minerali specifici. La razione quotidiana dovrà essere frazionata in tre pasti al giorno. Per le cagne con appetito debole o che aspettano una cucciolata molto numerosa, il cibo può essere lasciato sempre a disposizione. Infine, attenzione al peso: la cagna non deve ingrassare durante la gravidanza. Se il suo stato corporeo è normale, il suo peso non dovrebbe aumentare più del 25% rispetto all’originale. Insomma, curare l’alimentazione del cane in gravidanza consentirà di proteggere la sua salute permettendogli di partorire in sicurezza.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: