Come si fa a capire se un cucciolo è grasso?

Redazione | sabato 4 giugno, 2022

L’obesità è purtroppo frequente anche nei cuccioli. Ma come si fa a capire se un cucciolo è grasso? Sovralimentarlo è sempre un grave errore, che lo predispone a possibili deformazioni allo scheletro e a problemi osteoarticolari. La razione quotidiana va quindi pesata e divisa in tre o quattro pasti.

L’obesità è diventata negli ultimi anni un’importante e frequente condizione medica oltre che nelle persone anche negli animali domestici che condividono il nostro stile di vita. Ma come possiamo a capire se un cane, in particolare un cucciolo, è grasso?

Cause dell’obesità nei cuccioli di cane

I nostri cuccioli trovano la ciotola piena di cibo senza fare alcuno sforzo per procurarselo. Hanno spesso una vita comoda in case confortevoli in cui dormono al calduccio. Ecco quindi che finiscono per ingerire più calorie di quelle che consumano e quindi ingrassano. L’obesità purtroppo è frequente anche nei cani cuccioli. Nelle razze piccole, in cui il picco di crescita avviene verso i quattro mesi, si osservano spesso casi di obesità, mentre nelle razze grandi, in cui il picco di crescita è più tardivo (6-8 mesi), il rischio maggiore riguarda il delicato sviluppo delle ossa e delle articolazioni. Sovralimentare il cucciolo accresce lo sviluppo della sua massa grassa e determina anche una velocità di crescita troppo rapida che costituisce una potenziale causa di problemi osteoarticolari nei cani di taglia media, grande e gigante. Se ci rendiamo conto, quindi, che il nostro cucciolo sta crescendo “incredibilmente in fretta”, sarà opportuno portarlo dal veterinario per tenere monitorato il suo stato di salute!

Come prevenire l’obesità nei cuccioli

Per fare in modo che il problema non si presenti, però, bisogna prevenire il rischio di obesità fin da cuccioli. Durante lo svezzamento, un apporto energetico eccessivo si tradurrà da un lato in un sovrappeso alla base di deformazioni dello scheletro e dall’altro nella moltiplicazione degli adipociti (fenomeno che avviene solo in giovane età, poiché in età adulta gli adipociti aumentano solo di dimensioni, ma non di numero), che predispongono il cane adulto all’obesità. Ecco perché, di norma, lasciare il cibo a disposizione del cane (in quantità non controllate) è assolutamente sconsigliato. Spetta a noi controllare il peso e la dieta dei nostri amici a quattro zampe. Una razione quotidiana, pesata e distribuita in tre o quattro pasti, è il modo migliore per alimentare i cuccioli, specialmente i più ingordi o quelli con un fabbisogno energetico inferiore alla media. Il cibo a disposizione sarà prescritto per i cuccioli inappetenti e per quelli con un dispendio calorico elevato. Se ti stai ancora chiedendo come si faccia a capire se un cucciolo è obeso, però, ti consigliamo di monitorare le caratteristiche della sua specie nella nostra scheda razze, per capire se il suo peso corrisponde a ciò che dovresti aspettarti.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: